SEI IN > VIVERE LODI > CRONACA
articolo

Scoperti otto lavoratori in nero in due attività commerciali

1' di lettura
8

guardia di finanza

I Finanzieri del Comando Provinciale di Lodi, costantemente impegnati in attività di contrasto al fenomeno del “sommerso da lavoro” e alle connesse manifestazioni di illegalità, hanno accertato l’impiego di otto lavoratori completamente “in nero” (ossia, non assunti regolarmente e retribuiti con strumenti di pagamento non tracciabili) presso un esercizio di ristorazione ed un’attività di commercio al dettaglio di carburante ed autolavaggio attivi nel territorio del lodigiano.

Più nel dettaglio, i militari del dipendente Gruppo di Lodi hanno sottoposto a controllo le due imprese esercenti le attività citate, procedendo alla verifica delle autorizzazioni e della regolarità delle posizioni lavorative del numeroso personale impiegato, anche attraverso l’audizione degli stessi lavoratori ivi rinvenuti.

All’esito delle attività ispettive, presso il menzionato esercizio di ristorazione sono stati individuati cinque lavoratori “in nero” deputati a svolgere mansioni di cameriere e pizzaiolo, mentre il controllo svolto presso l’attività di commercio al dettaglio di carburante ed autolavaggio ha portato ad accertare la presenza di tre lavoratori “in nero” intenti a svolgere il lavaggio e l’asciugatura manuale di autovetture.

Per quanto sopra, oltre a procedere al recupero delle contribuzioni previdenziali ed assicurative evase, con la relativa regolarizzazione e ricostruzione dei rapporti di lavoro a favore dei dipendenti, i Finanzieri hanno irrogato sanzioni amministrative nei confronti delle due imprese responsabili che vanno da un minimo di 1.800 ad un massimo di 10.800 euro per ciascuno degli otto lavoratori impiegati “in nero”.

L’attività di servizio delle Fiamme Gialle lodigiane si inquadra nell’alveo della costante azione del Corpo a contrasto dei fenomeni del “lavoro sommerso” e dello sfruttamento dei lavoratori, nonché a tutela delle aziende oneste che agiscono nella legalità.



guardia di finanza

Questo è un articolo pubblicato il 04-12-2023 alle 11:07 sul giornale del 05 dicembre 2023 - 8 letture






qrcode