SEI IN > VIVERE LODI > CRONACA
articolo

Sant’Angelo Lodigiano: ristoratrice morta, Giovanna Pedretti ascoltata in caserma il giorno prima del decesso

1' di lettura
8

carabinieri

Sabato 13 gennaio, i Carabinieri di Sant’Angelo Lodigiano, ipotizzando il reato di propaganda ed istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale, etnica e religiosa, al fine di informare la Procura della Repubblica competente, hanno convocato in caserma la Signora Pedretti con riferimento ad una recensione pubblicata su Google, e poi rimossa, da un anonimo cliente del suo ristorante.

La signora è stata sentita nel pomeriggio dello stesso giorno come persona informata sui fatti, quale potenziale vittima dell’intera vicenda. Il colloquio è durato pochi minuti e la stessa ha confermato il contenuto della recensione, ma è stata in grado di fornire ulteriori dettagli sull’identità del cliente. Nella mattinata di domenica 14 gennaio la Signora Pedretti è stata rinvenuta priva di vita e dell’intera vicenda è stato informato direttamente il Procuratore della Repubblica.



carabinieri

Questo è un articolo pubblicato il 17-01-2024 alle 15:16 sul giornale del 18 gennaio 2024 - 8 letture






qrcode